Primo mese: 8 impressioni e realtà.

È passato un mese da quando ho quasi perso quell’aereo, da quando non mi hanno imbarcato la valigia e, cosa fondamentale, da quando sono arrivata qui in Germania. Ero così emozionata e piena di aspettative, perché inutile negarlo, in qualcosa dovevo sperare. Sono stata piacevolmente sorpresa dai tedeschi, famosi per il loro rigore e precisione.
Così vi scriverò qui otto pregiudizi sfatati sui tedeschi, e magari riuscirò ad invogliarvi a visitare questa fredda Germania.

1. Il cibo. Ero terrorizzata all’idea di dover mangiare continuamente zuppette e cipolle, invece non è assolutamente così. Sì è vero si mangiano zuppe ma sono davvero buone e non così frequentemente come pensavo, le cipolle sono più dolci e appetitose. Le patate si mangiano spesso? Sì, questo è assolutamente vero ma le cucinano in molti modi diversi.

2. Il freddo. È effettivamente abbastanza freddo, ma si sopporta adeguatamente con guanti, calze di lana, sciarpa, cappello e tanta voglia di uscire.

3. La neve. Qui a Bonn non nevica spesso ma quelle volte che è capitato nevica tutta la notte e la mattina hai un bellissimo risveglio in bianco; ma le strade sono magicamente pulite e già verso mezzogiorno tutta la coltre bianca si è sciolta.

4. La lingua. Dall’esterno può sembrare poco orecchiabile il tedesco ma in realtà è molto scorrevole; la pronuncia? Mbè quella rimane ancora un mistero.

5. La puntualità. Hanno orari e appuntamenti sempre ben precisi, è di fondamentale importanza essere puntuali. Ma se si arriva tardi cosa succede? Nulla, anche per loro può semplicemente capitare, non ne fanno un dramma!

6. Sono scontrosi? Al contrario, quasi tutte le persone che ho incontrato sono state davvero gentili e aperte, pronte a darmi una mano i primi giorni di scuola quando riuscivo ancora a perdermi, ad portarmi a pranzo con loro, ad invitarmi ai loro compleanni. Sono stati davvero disponibili anche conoscendomi poco.

7. Il trucco. Scordatevi eyeliner o contouring qui il trucco (quando si truccano) è sempre molto blando, ad esempio solo mascara e una BB cream. Sono così naturali.

8. I vestiti. Sicuramente non seguono mode e non sono ossessionati come lo siamo noi italiani, ma si vestono sempre davvero molto bene; non indossano diecimila braccialetti ma solo mollette per capelli o ad esempio una collana particolarmente rappresentativa.

Otto piccoli passi. Otto realtà. Otto pregiudizi sfatati. Otto piccole basi su cui ho iniziato a costruire la mia esperienza tedesca. Otto fondamenta che ho posto per innalzare la mia Torre chiamata Sogno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: